JUAN EUGENIO OCHOA – DITTICO

locandinaZanini Arte è lieta di invitarvi al prossimo Vernissage:

MOSTRA PERSONALE di JUAN EUGENIO OCHOA, DITTICO — Testo critico a cura della Prof. Nadia Melotti

DOMENICA 2 Aprile alle ore 18.00

ZANINI ARTE VIA VIRGILIO 7 – SAN BENEDETTO PO (MN)

Durata della mostra: 2 – 30 APRILE 2017 — INGRESSO LIBERO

L’artista Juan Eugenio Ochoa, nella mostra Dittico, presenta una serie di ritratti singoli o a coppie, attraverso i quali indaga l’esistenza  dell’uomo contemporaneo partendo dalla fragilità  della propria identità. Nell’antichità la parola dittico si riferiva all’oggetto piegato in due tavole uguali, sulle quali venivano incise delle parole riferibili a dei nomi o a degli atti, che nel tempo si sono trasformate in immagini con funzioni liturgiche. Per l’artista questa inclinazione  delle superfici attiva un percorso introspettivo attraverso il quale fermare lo sguardo in un tempo dilatato dell’osservazione. Dittico è l’incontro con sé e con l’altro da sé  in una traccia di scorrimento dello sguardo,  dove l’artista fissa l’apparizione come rivelazione  e il processo pittorico come volontà di determinazione.  Questi volti sembrano dissolversi in un rapporto fra luce e ombra fatto di sfocature impercettibili, come se il loro universo esistenziale fosse definito da una rarefazione dell’ego.  Le persone appaiono o scompaiono come ombre strutturate dentro  fasce cromatiche capaci di contenere, nella loro progressione ritmica, l’incertezza ed il mistero. Sono sudari le cui tracce d’esistenza vengono sussurrate, sono apparizioni che rivelano la nostra parte eterea, sono esseri spirituali che travalicano l’universo a-temporale e sono infine soglie attraverso le quali percepire il confine tra vita e morte, tra rarefazione e incarnazione. Il sé del pittore si ritira nella definizione del soggetto ma pone radici a terra nella cura del linguaggio. La luce viene posta come base di ricerca della visione attraverso un rapporto sapiente con l’ombra che progressivamente va a definire il volto e a coinvolgere lo spazio circostante come parte dell’opera. I piani di luce, attraverso l’inclinazione dei dittici, si moltiplicano trasformando l’atto pittorico in una organizzazione complessa di percezioni.  La scelta rigorosa dei materiali e l’uso ragionato della tecnica  fanno sì che l’artista ritualizzi l’epifania della creazione attraverso un tentativo di equilibrio tra concettualizzazione e abbandono poetico.

di Nadia Melotti

Biografia dell’autore

Juan Eugenio Ochoa nasce a Medellin, Colombia, nel 1983.

Dopo aver conseguito il Diploma di Laurea in Medicina, ha realizzato studi di ricerca in Cardiologia presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ottenendo il titolo di dottorato nel luglio 2013.

Ha conseguito il diploma di Bienno specialistico in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera nel luglio 2013 con la tesi “Caratteri della Pittura Analitica Italiana e rapporti con la Pittura Europea”

Ha realizzato diverse mostre personali e collettive in Italia e all’estero.

Vincitore e Finalista di alcuni premi Nazionali ed Internazionali.

Vive e lavora a Milano.

Mostre Personali  

2016: Trasparenze: Quattro forme dell’invisibile  curata da Carlo Maria Lolli Ghetti. Università LUISS Guido Carli, Roma.

2015: Iconica – Analitica   curata da Claudio Cerritelli. Galleria Ghiggini, Varese.

2015: Lirica Analitica. curata da Erica Capozza. Sala dei Cloni, Caravavaggio.

2015: Lirica Analitica curata da Claudio Cerritelli.  Spazio 110, Vicenza.

2013: Lirica – Analitica  curata da Andrea del Guercio.  Vicenza Fair.

Biennali

2015: VI Biennale Giovani Monza, Palazzo dell’Arengario Monza.

2015: 56 Biennale di Venezia, collateral Italia Docet  Laboratorium,

Palazzo Barbarigo – Minotto.

2015: VI Biennale di Genova, Palazzo Nicolosio Lomellino Genova.

Esposizioni collettive

2016: Any Given Book curata da Chiara Garlanda. White Noise Gallery, Roma.

2016: Utopie d’Identité curata da Maurizia Bonvini. Galèrie du 59 Rivoli, Paris.

2016: Tracce di Memoria curata da Maurizia Bonvini. Saletta d’Arte del Comune di Aosta, Aosta.

2016: Esodo curata da Andrea dall’Asta. Galleria San Fedele, Milano.

2015: Shapes curata da Arianna Berretta. Circoloquadro, Milano.

2015: Cyclope – Identités Méditerranéennes Semaine de la Culture Italienne, Mairie du 13° 1, Place dʼItalie, Paris

2015: Momentum. Installazioni  di  pittura,  scultura e  performances  poetiche. Spazio NOUR Viale Bligny 42, Milano.

2015: Statements curata da Ivan Quaroni, Circoloquadro, Milano.

Pubblicazioni

I vincitori, exploit e conferme di Alessandra Redaelli. Arte n.513, Maggio 2016,

Juan Eugenio Ochoa, premio accademia, sezione pittura. Catalogo dell’Arte Moderna n. 51 Gli artisti italiani dal primo Novecento ad oggi.Editoriale Giorgio Mondadori.

Figurazioni Analitiche di Matteo Galbiati, Espoarte n.91, Gennaio 2016,

Luce E Profondità di Claudio Cerritelli. Ghiggini Arte n.25, Ottobre 2015,

Ochoa, Pittura Magnetica di Linda Terziroli. La Provincia Di Varese,Novembre 2015,

Dietro il velo della luce di Matteo Bollini. Varesemese. anno XXXII, Novembre 2015

La luce di Ochoa: Iconica e analitica di Serena Colombo. Lombardia Oggi. Novembre 2015.  

Copertina 357 di Alex Urso. Lobodilattice Giugno 2015.

Lirica – Analitica: L’artista analizza la propria opera Stile Arte

Top Ten Painting: Juan Eugenio Ochoa. Academy of Fine Arts, n.19, 2014. Editrice l’Immagine SRL, Bari.

Juan Eugenio Ochoa, Donna ti voglio cantare . Colori di Mimosa, 2014. Ancora Editrice SRL,

Lavori in Collezioni Ufficiali

Collezione dell’Università LUISS Guido Carli di Roma, Viale Romania 32, Roma.

Collezione della Camera del Lavoro di Ravenna, Via Pellegrino Matteucci, 15, 48121 Ravenna.

Collezione Associazione Culturale Il Sestante,  via Tivarnella n°5, Trieste.

Premi

2016: Vincitore Sezione pittura, Premio Marchionni. Museo MAGMMA, Sardegna.

2016: Vincitore Artist in Gallery Prize, Arte Laguna Prize, Venezia.

2015: Vincitore Sezione pittura, LYNX priz, Trieste.

2015: Vincitore Sezione pittura XI Premio Nazionale delle Arti “Premio Claudio Abbado”, MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) and AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica). Roma.

2015: Vincitore TINA prize 2015, Madrid, Spain.

2015: Vincitore Premio ARTE Academia, Cairo Editore, Milano.

2015: Vincitore Premio della giuria COMBAT Prize, Livorno.

2015: Vincitore Sezione artisti emergenti Biennale di Genova, Genoa.

2015: Vincitore  XIV Ghiggini Art Prize, Varese.

2014: Vincitore  Young International Contest of Contemporary Art (YICCA) 2014,  Lugano, Switzerland.

2014: Vincitore  IV Premio Nazionale Opera, Ravenna, 

2014: Vincitore del secondo premio XIX SaturARTE Prize, Genova.

2012: Vincitore (ex-aequo) Premio Maimeri, Fondazione Maimeri and Rivista Academy of Fine Arts. Milano.

2016: Finalista Combat Prize, 2016, Livorno.

2016: Finalista San Fedele Prize, San Fedele Arte, Milano.

2014: Finalista Premio Bice Bugatti Segantini, Nova Milanese, Monza.

2014: Finalista 14° Premio Nocivelli Verolanuova, Brescia.

2014: Finalista III Premio Nazionale di Pittura Occhi, Migliarino, Ferrara.

2014: Finalista Mantegna Cercasi Mantova.

2013: Finalista Barclays Art per giovani talenti, Barklays Bank PLC, Milano.

2013: Finalista X Premio Nazionale delle Arti, 2012‐2013, Bari.

.

Via Virgilio 7, San Benedetto Po (Mantova)

Tutti i giorni: 10-12 / 15.30-19.00

zaninicontemporary@gmail.com / 360.952089 – 335.6716531

www.zaniniarte.com

Facebook: Art Gallery Zanini Arte

Un evento a cura di

Zanini Arte

Galleria d’arte antica, moderna e contemporanea che affonda le proprie radici nella passione per il collezionismo e nella ricerca di opere autentiche di alto valore.