Mantuan pride

girondi_2Orgoglio di essere mantovano, di ciò che questa città è stata per secoli e ha ancora le potenzialità per essere. Cultura, progetto, ricerca, valori, collaborazione, serietà scientifica. E il dinamismo della giovinezza: con l’energia che la parola evoca al solo nominarla. Eccolo qua il programma delle edizioni Il Rio, che altro non sono poi che Giulio e Giada Girondi, uniti nella vita e nel lavoro. Li ho intervistati in modo affatto insolito, per telefono, dove li ho raggiunti dall’altra parte del mondo. Potere della tecnologia, fantasia, desiderio di problem solving.

Tutto ebbe inizio con uno sguardo, era il 2012. Al termine degli studi, Giulio era impegnato in un dottorato in conservazione dei beni architettonici, Giada stava per laurearsi in giurisprudenza. In quello sguardo c’era una domanda importante: cosa vogliamo realizzare nella vita? Soprattutto, cosa possiamo fare insieme?  Piano piano, dalle parole ai fatti, nasce l’idea di cimentarsi nell’editoria: con umiltà, ché non l’hanno mai fatto, ma, con le loro competenze formative, il rigore metodologico e tanta voglia di migliorarsi sempre si può andare lontano. Il Rio è orgoglio di essere mantovani e vetrina per emergenze culturali e autori locali. Eppure, vedremo come in pochi anni, con centinaia di titoli all’attivo, un comitato scientifico, una squadra di collaboratori editor e una seconda linea editoriale denominata Oligo, la piccola casa editrice ha i numeri per un salto di qualità e, come avviene in tutto il mondo, può puntare su un negozio monomarca. La location, che nelle piccole dimensioni ricalca un modo di proporsi mai gridato, si trova nel cuore storico artistico della città, allo snodo tra la chiesa di Sant’Andrea, gioiello albertiano, e quella teoria di botteghe che, pertinenze dei monaci benedettini, vantano una tradizione commerciale centenaria.

Su questo sagrato un tempo le folle si accalcavano per i riti sacri e i pellegrini accorrevano nel giorno dell’Ascensione. Oggi la coppia di editori propone di farne un punto di dialogo e divulgazione per mantovani e turisti con un programma di eventi ciclici. In negozio, oltre al catalogo – che spazia dalla storia dell’arte alla narrativa, dalla letteratura straniera a quella per l’infanzia, e che ora si arricchisce di voci importanti – saranno ospitati anche gadget disegnati da Giulio e Giada che parleranno il lessico dei grandi artisti attivi a Mantova, in primis Giulio Romano. Vettori culturali per un salotto che promette di farsi interprete di un sentire diffuso che ancora respira bellezza.

Oligo, si diceva, il titolo della nuova linea editoriale, costola del Rio edizioni, significa letteralmente “poche cose” (ma ben fatte) sarà presentata al Salone del libro di Torino imminente: e per fortuna che sono poche le cose che i nostri ragazzi hanno in mente di fare!!

di Mara Pasetti

girondi_1

Un evento a cura di